TROPEA FESTIVAL LEGGERE&SCRIVERE 2013

Tropea, Vibo Valentia, Soriano Calabro, Serra San Bruno

5-10 Novembre 2013

TropeaFestival Leggere&Scrivere è il primo festival di letteratura in Calabria dedicato al tema della lettura e scrittura in epoca digitale.

Il progetto vuole offrire uno spazio in cui scrittori, poeti, intellettuali, giornalisti, attori, sceneggiatori, registi, musicisti, si confronteranno sulla realtà del nostro tempo, tra memoria storica e presente, per indagare le nuove forme di comunicazione, che hanno da tempo abbandonato i tradizionali confini della testualità, lineare ed orizzontale, per abbracciare un’idea del testo inteso come esplorazione della selva di notizie ed informazioni che percorrono ininterrottamente la rete, richiedendo un approccio attivo nello scegliere fonti e punti di vista, spazi e tempi  da dedicare, in una dimensione che attinge sempre di più al ‘noi’ che all’ ‘io’.

Il festival in relazione ai contenuti si suddivide in quattro sezioni: “Una Regione per Leggere”, “Carta Canta”, “Calabria fabbrica della cultura”, “Premio Tropea”.

Il TropeaFestival Leggere&Scrivere è la risposta al bisogno di relazionarsi, confrontarsi, condividere ed abitare gli spazi, ma anche stimoli e sensazioni, per ampliare i nostri orizzonti e la nostra capacità di interpretare la realtà.

TropeaFestival Leggere&Scrivere  non è  – dunque – solo un festival letterario, ma un laboratorio rivolto ad esplorare gli attuali percorsi della lettura e della scrittura, in particolare nelle modalità offerte dalle nuove tecnologie, strumenti  privilegiati di conoscenza e di interpretazione della nostra contemporaneità, mai come in questo momento così complessa e densa di significati.

L’idea dell’evento nasce dalla consapevolezza che cultura e creatività siano fattori fondamentali di crescita sociale ed economica di un territorio, ancor più in una terra che registra da sempre un  gap di non poco conto nei confronti del resto del Paese per quel che riguarda gli indici di lettura e gli investimenti nel settore degli eventi culturali.
Secondo i dati Istat sulla “lettura  tradizionale” forniti nel 2012, la Calabria è passata da una percentuale del 26,2%, nel 2000 di persone dai 6 anni in su che hanno letto almeno un libro negli ultimi 12 mesi, al 31,6 % del 2010, una percentuale che accorcia le distanze rispetto alle regioni del Centro-Nord.

Il Festival vuole sostenere ed arricchire questo processo evolutivo con un progetto che punta sulla multidisciplinarità, l’innovatività e la qualità della proposta; sul dialogo con i diversi attori; sulla formazione delle generazioni più giovani  (quella dei nativi digitali, per intenderci); sul pieno coinvolgimento del territorio e dei suoi protagonisti nella diffusione e valorizzazione di un patrimonio artistico e culturale straordinario e purtroppo sconosciuto ai più, offrendo un laboratorio esperenziale capace di combinare l’esplorazione dei nuovi linguaggi della cultura contemporanea e delle loro potenzialità con il viaggio, fisico e mentale, spirituale e sensoriale, in una terra ricca di miti, di cultura, arte e tradizioni.

La mission del TropeaFestival Leggere&Scrivere, nel solco già tracciato in questi anni dal Premio Letterario Tropea, che ne è punto di riferimento imprescindibile, è quella offrire nuovi spunti di riflessione proponendo approfondimenti sulla lettura e scrittura in epoca digitale, dibattiti ed incontri sui nuovi volti della narrazione della realtà, sempre più visuale e  partecipata, accanto a mostre, performance e spettacoli che avranno come cornice luoghi di grande bellezza e suggestione come il Museo Diocesano di Tropea, il Complesso Monumentale di S. Chiara di Vibo Valentia, la Certosa di Serra S. Bruno, il Complesso di S. Domenico a Soriano Calabro.
A movimentare il programma, infatti, saranno gli Itinerari Culturali Vibonesi che  porteranno gli ospiti a scoprire ogni angolo di una Regione che vanta un grandioso patrimonio  paesaggistico, enogastronomico, culturale.

I numeri del Festival

Già dalla sua prima edizione, il TropeaFestival Leggere&Scrivere, prodotto e organizzato dal Sistema Bibliotecario Vibonese nell’ambito del bando “Calabria Terra di Festival” indetto dall’assessorato alla Cultura della Regione Calabria,  l’evento ha primeggiato fra le pagine dei più importanti giornali, periodici e siti web locali e nazionali. Un successo mediatico culminato nella vittoria di Mimmo Gangemi con il romanzo La signora di Ellis Island, durante la sesta edizione del Premio Letterario Nazionale Tropea.

Dall’11 al 16 dicembre 2012 si sono svolti 3 grandi eventi in uno, con circa 50 tra sponsor, partner tecnici e associazioni che hanno collaborato all’evento, e uno staff completo e organizzato.
In poco più di una settimana sono arrivati a Tropea più di 60 ospiti di rilevanza nazionale e internazionale che hanno animato il dibattito culturale con 32 eventi (di cui circa 10 fra spettacoli teatrali, reading musicali e concerti per adulti e bambini), per un totale di circa 16.000 presenze complessive nelle quattro location del festival nei circa dieci siti di valore artistico/storico che hanno fatto da cornice agli incontri.
Tutte le scuole (materne, elementari, medie e superiori) di Tropea sono state coinvolte negli appuntamenti, con un evento di
punta che ci accompagnerà anche in questa edizione, l’innovativo progetto 20lin.es, che ha riguardato con successo l’istituto comprensivo di Tropea (alberghiero-­‐scientifico-­‐commerciale-­‐classico).
In meno di una settimana sono state effettuate 3 visite guidate ai musei del comprensorio ed organizzata una mostra di graphic novels. Circa 20 i libri presentati dagli autori invitati, tra cui l’importante Libro verde della lettura in Calabria.

Di questa iniziativa e di tutto il resto del programma hanno testimoniato ed effettuato corrispondenze una ventina di testate nazionali che si sono occupate del festival a tutto tondo con servizi, interviste e reportages andando ad arricchire una già ampia risonanza regionale.