Giovedì  4 aprile 2013 alle ore 11 appuntamento al Complesso Santa Chiara a Vibo Valentia, sede del Sistema Bibliotecario Vibonese, per la presentazione al pubblico del progetto Un libro per ogni nato, che vede insieme l’Assessorato alla Cultura Regione Calabria guidato da Mario Caligiuri ed il Polo Regionale per le Politiche della Lettura in collaborazione con il TropeaFestival Leggere&Scrivere.

 ll progetto, che si avvale della collaborazione dei medici pediatri e dei Lions Club della Calabria, si inserisce in una più ampia programmazione a favore del libro e della lettura sostenuta dalla Regione Calabria e dal suo Presidente, Giuseppe Scopelliti.

 

L’obiettivo è la pubblicazione di un libro, intitolato Quando arriva la felicità, scritto da Sandro Natalini e illustrato da Maria Sole Macchia, a cura dell’Associazione “Ludus in fabula”, edito dalla casa editrice “Coccole Books” che, a partire dal prossimo mese di maggio, e per l’intero anno successivo, sarà consegnato ad ogni nuovo nato.

 

<<L’iniziativa è unica nel suo genere – ha affermato l’Assessore Caligiuri – e intende rappresentare un segno di civiltà e di fiducia nel futuro di un paese dove ancora ci sono circa 2 milioni di analfabeti, 15 milioni di semianalfabeti e altrettanti di analfabeti di ritorno. Com’è facile intuire le conseguenze per una società civile sono devastanti. Per questo la lettura dovrebbe essere una priorità politica nazionale>>.

 

All’incontro, moderato da Pasqualino Pandullo, giornalista e Presidente del Premio Letterario Tropea, parteciperanno oltre allo stesso Caligiuri, anche Ilario Giuliano (Coccole Books Editore), Gilberto Floriani (Polo Regionale Politiche Lettura).

 

Il volume sarà presentato anche al prossimo Salone del Libro di Torino, che si terrà dal 16 al 20 maggio 2013, tradizionale appuntamento per gli operatori dell’editoria, in cui la Calabria quest’anno sarà la prima regione “ospite d’onore”, a riconoscimento dell’impegno della Giunta che ha posto la cultura –e soprattutto la lettura- come obiettivo strategico per la crescita culturale, lo sviluppo economico e la partecipazione democratica.