Ultimo giorno del TropeaFestival Leggere&Scrivere che, a conclusione della rassegna, propone alcuni dei temi trattati in questa sei giorni colmi di eventi, incontri, spettacoli, riflessioni ed emozioni.

 

Ad aprire la giornata sono i giornalisti Emiliano Morrone, Pino Scaccia, Giovanna Loccatelli che proporranno una lettura dei nuovi orizzonti della comunicazione, declinata sul web nei suoi molteplici volti, ad iniziare dai social network , che oggi garantiscono una informazione tempestiva, condivisa e plurale della nostra realtà, in qualsiasi parte del mondo ci si trovi.

 

Ne sanno qualcosa i nostri ospiti che hanno documentato tappe fondamentali della nostra contemporaneità attraverso i loro blog o utilizzando i social network, riuscendo a coinvolgere i loro lettori in una visione critica di un mondo sempre più complesso (Museo Diocesano, ore 11).

 

Il Festival riprende nel pomeriggio (ore 16) per un confronto a due tra l’antropologo Vito Teti ed il giornalista Luigi M. Perri che muoveranno dai loro ultimi lavori per esplorare la categoria, di antica origine, ampiamente usata (ed abusata) nel tempo ed oggi ritornata prepotentemente sulla scena, del romanzo storico.

 

Alle ore 17.30 saranno Gregorio Corigliano, Nicola Gratteri, Arcangelo Badolati e Antonio Nicaso, firme ben note ed apprezzate della Pellegrini Editore, a festeggiare i 50 anni di attività della casa editrice, che ha sfornato nel corso degli anni diversi successi che hanno goduto di numerose ristampe e traduzioni all’estero.

 

 

Il TropeaFestival si conclude con la cerimonia di proclamazione del Premio Letterario Nazionale Tropea che verrà aggiudicato ad uno dei libri già selezionati per la terna dei finalisti: Tetano di Alessio Torino, La signora di Ellis Island di Mimmo Gangemi, Lo scurnusu di Benedetta Cibrario.

 

Ospiti della serata anche Giovanni Valentini, storica firma de La Repubblica, Mario Caligiuri, Assessore alla Cultura della Regione Calabria, Pietro Pollichieni, co-fondatore di 20lin.es, che presenterà il risultato del Laboratorio di scrittura collettiva realizzato con il Festival nelle scuole superiori tropeane, Gennaro Tarallo del Consorzio Asmenet, che proclamerà il vincitore ufficiale di questa sesta edizione del Premio Tropea.