Sarà Lidia Ravera a tenere a battesimo il neonato TropeaFestival Leggere&Scrivere. La scrittrice, una delle firme più rappresentative della nostra letteratura, aprirà ufficialmente la Prima Edizione del Festival, martedì 11 dicembre, alle ore 21.00, al Museo Diocesano di Tropea.

 

Intervistata dal giornalista Rai Pasqualino Pandullo, la Ravera parlerà del suo modo di intendere il processo creativo ed in particolare di uno dei suoi libri più noti, La guerra dei figli, in cui racconta gli anni di piombo. Per festeggiare al meglio la nascita del festival la scrittrice torinese regalerà in anteprima alla platea tropeana alcuni brani tratti dal suo prossimo romanzo, in uscita per Bompiani.

 

La prima giornata della kermesse propone diversi appuntamenti, alcuni dei quali costituiranno un appuntamento quotidiano per il pubblico del TropeaFestival, come Leggere&Scrivere per i Nativi Digitali, pensato e realizzato per sensibilizzare gli under 18 alla musica e alla lettura anche attraverso il veicolo del digitale, che esordisce con Tra incantesimi e note arriva Tremolo il musicista, una stupenda fiaba per i bambini delle scuole primarie, interpretata dall’attore Alberto Micelotta.

 

Il TropeaFestival, inoltre, alle ore 10.00 al Museo Diocesano, lo spettacolo teatrale Amor sacro, amor profano, di e con Eugenio Masciari, una rilettura della Divina Commedia dalla particolare visuale delle donne rappresentate nella Commedia, che vuole offrire agli studenti delle scuole superiori, ma anche al resto del pubblico, spunti diversi ed inediti di approccio al capolavoro dantesco, ritornato da qualche anno prepotentemente sulle scene grazie ad artisti come Roberto Benigni ed Eugenio Masciari.

 

Sempre nel corso della prima densa giornata di appuntamenti, alle 17.00 il festival ospita Antonella Agnoli, membro del Cda Istituzione Biblioteche Bologna, Michele Trimarchi, Docente di Economia della Cultura presso l’università di Bologna, Gianni Stefanini, Docente di “Organizzazione e gestione della Biblioteca” all’Università degli studi di Torino, che discuteranno con Gilberto Floriani di come cambia la comunicazione nell’era del web 2.0.

 

Infine, l’ultimo itinerario della giornata, alle ore 18.30, è dedicato  all’itinerario  Leggere&Scrivere la Calabria, con Gaetano Luciano, presidente dell’Associazione Italia Nostra di Vibo Valentia, Giulia Perri, presidente dell’associazione culturale “Francesco Perri” e lo scrittore Giuseppe Neri, che proporranno, sollecitati da Gilberto Floriani, direttore del Sistema Bibliotecario Vibonese, soggetto attuatore del festival, un viaggio alla scoperta di Francesco Perri, uno dei maggiori intellettuali e politici calabresi della prima metà del ‘900, che, con il romanzo I conquistatori, pagò duramente la sua presa di posizione contro il governo fascista.