Il Premio Tropea Letterario Nazionale, giunto quest’anno all’ottava edizione, rappresenta il nucleo centrale dal quale si è sviluppato il progetto del TropeaFestival Leggere&Scrivere. Titolare dell’iniziativa, varata nell’anno 2006, è L’Associazione Culturale “Accademia degli Affaticati – Tropea”.

Nell’albo d’oro dei vincitori figurano Roberto Saviano, Gianrico Carofiglio, Carmine Abate, Mattia Signorini, Donatella Di Pietrantonio, Mimmo Gangemi, Vito Teti.Ogni anno, in primavera, Il Comitato tecnico-scientifico presieduto da Gian Arturo Ferrari, seleziona la terna dei finalisti. A decidere il vincitore assoluto, secondo una formula senza precedenti resa possibile dalla collaborazione con Asmenet Calabria, sono tutti i 409 sindaci calabresi, affiancati da una giuria popolare. Il Premio Tropea è, inoltre, il primo in Italia a veicolare le opere finaliste attraverso il formato digitale dell’ebook.

La qualità delle scelte, l’originalità della formula, l’attrattività turistica e la suggestiva bellezza dei luoghi
che fanno da cornice, hanno portato in breve tempo il Premio Tropea ai massimi livelli dell’attenzione nazionale.
I finalisti dell’edizione 2014 sono stati Chiara Valerio (“Almanacco del giorno prima”, Einaudi), Sandra Petrignani (“Marguerite”, Neri Pozza) e Antonio Moresco (“La lucina”, Mondadori). Con loro e attorno a loro, secondo tradizione, si sono svilupperate le due serate dedicate ai temi dell’attualità letteraria, culturale e giornalistica del 26 e 27 luglio 2014.

Vincitore dell’ottava edizione è stato Antonio Moresco con “La Lucina”, Mondadori.

 

Pasqualino Pandullo