Il Premio Tropea Letterario Nazionale, giunto quest’anno alla settima edizione, rappresenta il nucleo centrale dal quale si è sviluppato il progetto del TropeaFestival Leggere&Scrivere. Titolare dell’iniziativa, varata nell’anno 2006, è L’Associazione Culturale “Accademia degli Affaticati – Tropea”.

Nell’albo d’oro dei vincitori figurano Roberto Saviano, Gianrico Carofiglio, Carmine Abate, Mattia Signorini, Donatella Di Pietrantonio, Mimmo Gangemi.

Ogni anno, in primavera, Il Comitato tecnico-scientifico presieduto da Isabella Bossi Fedrigotti e del quale fanno parte anche i Rettori delle tre Università calabresi, seleziona la terna dei finalisti. A decidere il vincitore assoluto, secondo una formula senza precedenti resa possibile dalla collaborazione con Asmenet Calabria, sono tutti i 409 sindaci calabresi, affiancati da una giuria popolare. Il Premio Tropea è, inoltre, il primo in Italia a veicolare le opere finaliste attraverso il formato digitale dell’ebook.

La qualità delle scelte, l’originalità della formula, l’attrattività turistica e la suggestiva bellezza dei luoghi che fanno da cornice, hanno portato  in breve tempo il Premio Tropea ai massimi livelli dell’attenzione nazionale.

I finalisti dell’edizione 2013 sono Edoardo Albinati (per “Vita e morte di un ingegnere”, Mondadori), Benedetta Palmieri (“I Funeracconti”, Feltrinelli) e Vito Teti (“Il patriota e la maestra”, Quodlibet). Con loro e attorno a loro, secondo tradizione, si svilupperanno le tre serate dedicate ai temi dell’attualità letteraria, culturale e giornalistica, nelle quali culmineranno gli incontri del TropeaFestival Leggere&Scrivere.

Tra gli ospiti d’eccezione di quest’anno, i vertici della TGR (Testata Giornalistica Regionale) della RAI; il Direttore del Giornale Radio e RadioUno RAI, Antonio Preziosi (fresco di stampa il suo libro “Radiocronaca di una crisi” per i tipi di Rai-Eri); Marina Valensise, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura a Parigi.

 

Pasqualino Pandullo

 

 

 Leggi anche: Il Premio Tropea | Una Regione per Leggere | Carta CantaCalabria Fabrica di Cultura

Home page