Roberto Vacca nato a Roma il 31 maggio 1927 è un ingegnere, scrittore, divulgatore scientifico, saggista e matematico italiano.

Laureato all’università di Roma nel 1951 in ingegneria elettrotecnica ha svolto l’attività di progettista e ricercatore presso il CNR fino al 1961.

Nel 1960 diventa libero docente in Automazione del Calcolo presso l’Università di Roma, dove svolge l’attività di docente di Calcolatori Elettronici fino al 1966;

Roberto Vacca, oltre a svolgere l’attività di docente e ricercatore, si è spesso dedicato alla divulgazione scientifica. Ha condotto alcune trasmissioni televisive di divulgazione scientifico-tecnologica tra cui Parole per l’avvenire (trasmesso su Rai 2) ed ha svolto l’attività di consulente per alcune reti televisive, come Rai Educational. Numerose sono anche le apparizioni televisive dove viene spesso invitato in qualità di esperto e futurologo a varie trasmissioni; ad esempio Che tempo che fa di Fabio Fazio e all’Incudine di Claudio Martelli.

Si distingue anche come scrittore di fantascienza e fantapolitica  con il romanzo Il robot e il minotauro, cui fece seguito nel 1965 Esempi di avvenire.