Mario Occhiuto (Cosenza, 6 gennaio 1964) è un architetto e politico italiano, sindaco di Cosenza dal 31 maggio 2011 all’11 febbraio 2016 e dal 7 giugno 2016 e in seguito anche presidente della Provincia di Cosenza dal 2014 al 2016.

Si laurea in arte e architettura presso l’Università di Firenze nel 1987. Ha un fratello, impegnato anche lui in politica: il deputato Roberto Occhiuto.

Fonda e dirige il mOa, Mario Occhiuto architetture, studio di architettura e ingegneria con sede a Cosenza, Roma e Pechino. È stato componente del Consiglio Superiore per i Beni Culturali e Ambientali presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, membro del Comitato Tecnico Scientifico per i Beni Architettonici e Paesaggistici, e membro dell’Unità Tecnica Operativa per i Balcani, istituita presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, per la ricostruzione dei paesi dell’area balcanica. È stato Professore incaricato nella Facoltà di Ingegneria presso l’Università della Calabria ed anche Presidente dell’Ordine degli architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori della provincia di Cosenza dal 2000 al 2011. Nel 2010 ha ricevuto il Premio Nazionale Laurentius, prestigioso riconoscimento per gli uomini e le donne di origini calabresi che con la loro attività e il loro impegno hanno recato prestigio alla Calabria e alla sua immagine, ed il premio Calabresi nel mondo del lavoro 2010, consegnato presso l’Expo 2010 di Shanghai dall’Associazione Fimetica. Tra le pubblicazioni ricordiamo:Verso la città sostenibile. L’Esperienza cinese di Huai Rou, Electa 2007 (con F. Butera); La città accessibile, Alinea Ed., Firenze 1991 (con B. Lentini).