Francesco Recami classe 56 è uno scrittore fiorentino entrato tardi nel panorama narrativo italiano, ma da subito riscuote successo tra i critici e il grande pubblico.

Tra i suoi primi titoli con Mondadori Education ricordiamo Assassinio nel Paleolitico e Trappola nella neve (2000)  Con Bianca Sferrazzo nel 1998 scrive per Giunti Celti e Vichinghi.

Ma la sua popolarità arriva con l’editore Sellerio, e particolarmente con il ciclo di romanzi dedicati al pensionato Amedeo Consonni: L’errore di Platini (2006), Il correttore di bozze (2007), Il superstizioso (2008, finalista al Premio Campiello 2009), Il ragazzo che leggeva Maigret (2009, con il quale vince il Premio Scrittore Toscano)

Tra i suoi ultimi lavori ricordiamo “Prenditi cura di me” (2010, Premio Castiglioncello 2010 e Premio Capalbio 2010) e “La casa di ringhiera” (2011) ed ancora La casa di ringhiera (2011), Gli scheletri nell’armadio (2012), Il segreto di Angela (2013), Il caso Kakoiannis-Sforza (2014).

Del 2015 è invece il romanzo Piccola enciclopedia delle ossessioni, sempre per la casa editrice palermitana