Elio Cortese, poeta crotonese e cultore di storia locale e tradizioni popolari, presenta il suo ultimo libro

un romanzo storico, ambientato nel 1810 durante l’occupazione francese della Calabria, che prende spunto da un fatto realmente accaduto: il rapimento, da parte del brigante Parafante, del giovane Giuseppe, figlio di don Domenico Accattatis e alunno del ginnasio, il cui istitutore è il sacerdote don Giuseppe Arcuri. Questi si oppone al rapimento, ottenendo di essere convolto nel rapimento per stare vicino al ragazzo e proteggerlo. Questi gli avvenimenti storici, sui quali ruota tutta la trama del libro, con situazioni e alcuni personaggi di fantasia. Il libro è corredato da note storiche e da appendice documentaria.

Tra le sue altre pubblicazioni ricordiamo : Nei vicoli della vecchia Crotone. Odori, sapori e colori nei racconti della memoria 2002; ‘U dittu è vancèlu. Ediz. Illustrata 2007; I racconti della saletta 2015.