È professore ordinario di Antropologia Sociale nel Dipartimento di Scienze Umane e Sociali dell’Università di Messina.
Ha svolto ricerche etnografiche in Ghana e in Italia (Campania e Sicilia). Tra i suoi interessi più recenti l’analisi dei processi di patrimonializzazione, delle politiche di oggettivazione culturale, dei rapporti tra patrimonializzazione e governance neoliberista, i rapporti tra mafia, necropolitiche ed economie neoliberiste, l’antropologia delle istituzioni e dello Stato nazione.
Oltre a quattro monografie (Madre-Madrina, Angeli 1991, Identità nel tempo, Argo 1997, L’UNESCO e il Campanile, Meltemi 2003, Politiche dell’inquietudine, Le Lettere 2009), ha pubblicato su riviste internazionali (Comparative Studies in Society and History, Journal of Modern Italian Studies, Ethnology, Terrain, Anthropological Quarterly) e sulle principali riviste nazionali.