1982 Vibo Valentia. Il suo approccio con l’arte, nasce con la capacità d’utilizzo delle cose, trova espressione concreta attraverso le forme di riciclo creativo, componendo oggetti d’arredo  funzionali, attraverso l’utilizzo promiscuo di materiali come legno, metallo, vetro e plastica. Affascinato dalla Pop art, si cimenta nella composizione su tela di opere stratificate: giornali, ritagli a tema e  colori acrilici in rilievo o spennellati, lo portano a comporre con consapevolezza stilistica. In questo percorso a partire dal 2015 trovò spazio la fotografia, nella quale trasporta il suo bagaglio tecnico e culturale.