lesce è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria e collabora con la Cattedra di Estetica come “cultore della materia”. Durante i periodi dottorale e post-dottorale, ha svolto attività di ricerca tra l’Italia e la Francia rivolgendo un’attenzione particolare agli studi sulla biopolitica (potere e vita). Negli ultimi tempi la sua ricerca è orientata allo sviluppo delle tematiche biopolitiche in ambito estetico. Ha scritto su Spinoza, Deleuze, Foucault, Merleau-Ponty, Pasolini, De Martino. È autore di saggi su riviste specialistiche e opere miscellanee e di due volumi:Un’ontologia materialista. Gilles Deleuze e il XXI secolo (Mimesis 2004); Il corpo esausto. Filosofia, biopolitica, spettacolo (Aracne 2014).