celeste-fortuna

 

Pittrice dalla fantasia inesauribile, – INQUILINA DELLE RESIDENZE DEL SOGNO – cantastorie del bello…             Le sue tele ammaliano per la loro intensità, per come ha voluto e saputo dipingere l’aria della sua terra, il respiro della sua gente…                                                                                                                                                                            Definirei i quadri di Celeste: ” la Calabria scritta a colori”, dove ci sembra di udire anche la bellezza antica del linguaggio dialettale, quello dei nostri padri… Un tuffo nel passato che ci aiuta a vivere meglio in un mondo “Nucleare”… e lei, la nostra pittrice, ci ricorda che i valori esistono ancora… ce lo ricorda col suo gusto, la sua interiorità, l’eleganza del cuore, perchè la sua cromaticità è “ARS”, di un’elevata interiorità, di un avvenire profondo, ricco di vibrazioni poetico- sentimentali, di colori accesi. Occupandomi di Pari Opportunità, non posso non parlare delle DONNE di Celeste: donne fluide, fantastiche, che vivono in un’atmosfera ricca di vibrazioni, passioni trattenute in una sensualità immaginativa, in un mondo interiore di “Attese” e “Silenzi”… La pittrice, cerca la donna in un incendio di rossi, circoscritta nel silenzio e nella separatezza, immobili  in una quiete silente; sono là nella pienezza di un’età giovane, forse soltanto in attesa di essere animate da un richiamo o da un abbraccio. Sono donne, quelle di Celeste, forti, come sono le donne: dolci, forti, sicure, vicine all’uomo, nel pieno rispetto delle differenze femminili, e malgrado tante difficoltà, entusiaste. Tutta questa energia mi hanno trasmesso le figure femminili di Celeste Fortuna, che nella loro plastica evidenza corporea, campeggiano in sala e sottintendono padronanza e sicurezza nella realizzazione.