Teti Vito

E’ ordinario di Etnologia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria, dove ha fondato e dirige il Centro di Antropologie e Letterature del Mediterraneo. È autore di reportage fotografici e ha realizzato numerosi documentari etnografici in Calabria e in Canada per conto della Rai. Tra le sue pubblicazioni si ricordano: Le strade di casa. Visioni di un paese di Calabria, in collaborazione con S. Piermarini (Mazzotta, 1983); La razza maledetta. Origini del pregiudizio antimeridionale (Manifestolibri, 1993); Il colore del cibo. Geografia, mito e realtà dell’alimentazione mediterranea (Meltemi, 1999); Il senso dei luoghi. Memoria e vita dei paesi abbandonati (Donzelli, 2004); Storia del peperoncino (Donzelli, 2007); Pietre di pane. Un antropologia del restare (Quodlibet, 2011). Il Il patriota e la maestra (Quodlibet, 2012) ha vinto il Premio Tropea 2013.