TRIPODI ELISABETTA

Calabrese. Avvocato, dopo aver vissuto a Pavia nel dicembre 2010 è diventata sindaca di Rosarno (Rc). Vive sotto scorta da quando ha deciso di rendere operativo il sequestro dell’abitazione della madre di un boss, costruita abusivamente su un sito archeologico. È diventata uno dei simboli della “primavera” del paese. Un paese glocale che (tra immigrati, emigrati, migranti, neri, calabresi, mafiosi e sentinelle della legalità) perpetua e subisce pregiudizio.