Quinta giornata del Festival ricca di appuntamenti da non perdere. Ricordiamo, tra i tanti eventi in programma, a Palazzo Gagliardi (Sala A), ore 9, il dibattito “È già arrivato il ‘Futuro della democrazia’?” con Tommaso Greco e Francesco Mancuso, modera Maurizio Bonanno. Poi alle ore 10 (Sala A) Marta Ottaviani, Yavuz Baydar e Vito Teti – introdotti da Giorgio Trichilo – si confrontano sul tema “Raccontare la Turchia: da Corrado Alvaro ai nostri giorni”.

Alle ore 11.30 il musicologo Stefano Zenni tiene la lezione “Il baydarcolore della musica: come il razzismo ci fa percepire le musiche afroamericane” (Palazzo Gagliardi – Sala A); nel pomeriggio alle ore 16 (sempre Sala A) è la volta di Michela Marzano che presenta L’amore che mi resta (Einaudi, 2017) con Eleonora Cannatelli. Alle ore 17 l’astrofisica Sandra Savaglio presenta “Supernovae: distruzione e creazione le due facce delle esplosioni cosmiche” (Palazzo Gagliardi – Sala A).

Alle ore 18 torna Stefano Zenni per conversare con lo sceneggiatore e regista Franco Maresco sul tema “I migliori jazz della nostra vita. Quando il cinema incontra il jazz” (Palazzo Gagliardi – Sala C). Fulvio Abbate, alle ore 19, presenta il suo romanzo Zero maggio a Palermo (La nave di Teseo, 2017) nella Sala A di Palazzo Gagliardi. Sempre alle ore 19, in Sala B, Piero Carlomagno, autore del giallo Intrigo a Ischia (Centauria, 2017), conversa con Brunello Montagnese.

Chiude la quinta giornata del Festival a Palazzo Gagliardi, Sala A, il cantautore e musicista Sergio Caputo che tiene alle ore 21 un concerto tutto da seguire e conversa con Carlo Bordone sul tema “Un sabato italiano e altre storie”.

Scopri tutti appuntamenti del giorno su www.festivaleggerescrivere.it/il-programma