foto

 

Boom di adesioni anche quest’anno al progetto Travel game la cultura della lettura che vedrà ancora una volta protagoniste le scuole che da ogni angolo della Calabria popoleranno il Tropea Festival Leggere & Scrivere, una kermesse giunta alla sua terza edizione che ha in programma numerosissimi incontri, dibattiti, focus, approfondimenti, itinerari e molto altro sui temi della lettura e scrittura nell’epoca dei nativi digitali. Nella giornata inaugurale non sono mancati a questo prestigioso appuntamento gli studenti della V F, IV G, e IV F del liceo classico P Galluppi di Catanzaro accompagnati dalla dirigente Elena De Filippis e dai loro docenti Margherita Toraldo, collaboratrice del dirigente, e la prof.ssa di storia e filosofia Maria Perricelli.

Parlando di scuole e lettura non poteva mancare il progetto Gutenberg giunto alla tredicesima edizione che nella giornata inaugurale, è stato presentato presso il palazzo Gagliardi a Vibo Valentia. “Si tratta di una fiera del libro – ha spiegato la dirigente De Filippis -, sostenuta dall’Ufficio Scolastico Regionale e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Calabria, con il patrocinio della Provincia e del Comune di Catanzaro, della Camera di Commercio e da aziende private .
Riprendendo il filo d’oro delle precedenti edizioni chiameremo ancora a raccolta, per 5 intense giornate nel mese di maggio, storici, filosofi, scienziati, antichisti, linguisti, scrittori, romanzieri, critici ed autori prestigiosi, che svilupperanno, ognuno dal proprio osservatorio il tema dell’anno 2015: “Sguardi”.
“Il Tropea Festival della letteratura si conferma – ha proseguito la dirigente – uno degli appuntamenti piu’ significativi per la cultura e la scuola calabrese. Il nostro liceo ha partecipato con entusiasmo alla giornata inaugurale tutt’altro che rituale: l’esordio dell’evento è stato rappresentato dal vibrante appello alla diffusione della lettura e della scrittura dell’Assessore Mario Caligiuri, il quale ha con tenacia ed intelligenza promosso, attraverso iniziative mirate, il potenziamento del numero dei lettori di ogni eta’.
Molto apprezzato dagli studenti l’intervento di Romano Montroni che ha elogiato l’impegno della Calabria intera in questo delicato settore dell’educazione e della formazione giovanile. Abbiamo seguito, poi, con grande interesse l’intervento lucido e essenziale di Remo Bodei, un filosofo di straordinaria lungimiranza sul tema: Immaginare altre vite. Il professore è riuscito a raggiungere la mente ed il cuore degli astanti con un linguaggio forbito ma essenziale, veicolo di una visione della vita e del mondo che apre nuovi orizzonti: l’immaginario, inteso come rappresentazione creativa del reale, si traduce in una concreta speranza di edificazione e di futuro per i nostri alunni”.
“Dalla bellezza delle parole ci si è poi incamminati – ha concluso Elena De Filippis – verso la visione di uno straordinario sito: il castello che domina la città di VV che rappresenta uno dei luoghi che coniuga la memoria storica e archeologica con un panorama di un incanto struggente: dalla sommità dei torrioni i ragazzi hanno potuto godere dei vari volti della Calabria, dalle colline ubertose delle Serre alla costa degli Dei”.
Sempre il 21 ottobre l’associazione culturale “La Movida” ha presentato ufficialmente la terza edizione del progetto culturale “Travel game. Le scuole calabresi in vetrina al Salone internazionale del libro” di Torino”: “Un nuovo appuntamento con la lettura per le scuole programmato a maggio 2015 – ha spiegato la presidente Rita Macrì – in un contesto dove gli alunni potranno socializzare e visitare l’ incantevole museo egizio, il palazzo reale, la Venaria reale, partecipando ad un evento unico che da due anni vede la presenza a Torino di oltre 1000 studenti provenienti da tutta la Calabria all’interno del Villaggio Olimpico di Bardonecchia . Nella passata edizione, nel teatro interno alla struttura del villaggio, gli studenti hanno potuto incontrare l’autore Mimmo Gangemi e Beppe Braida e si sono confrontati in un concorso sul percorso di viaggio”.