Floriani

La terza edizione del Tropea Festival Leggere&Scrivere si chiude con successo. In questi cinque giorni, nello scenario di Palazzo Gagliardi, si è toccato con mano il desiderio di cultura dei vibonesi e dei calabresi.

In questi giorni si sono alternati personaggi del calibro di Tullio De Piscopo, Vito Mancuso, Domenico Dara, Gioacchino Criaco, Eugenio Finardi e Walter Veltroni che hanno avuto il merito di catalizzare l’attenzione di quanti, vibonesi e non, hanno preso parte alla manifestazione.

Autori e lettori hanno condiviso un luogo all’interno del quale hanno potuto interagire, confrontarsi e sviluppare nuovi e stimolanti percorsi culturali. Non potevano rimanere al di fuori del contesto, le nuove forme di comunicazione che il web mette costantemente a disposizione, specie in un nuovo processo di contaminazione ed evoluzione socio-culturale.

Soddisfazione è stata espressa dai direttori artistici, Gilberto Floriani e Maria Teresa Marzano: “Il Tropea Festival, con la sua terza edizione, è stato fin da subito presentato come un progetto ambizioso che siamo riusciti a realizzare con grande successo”

I direttori evidenziano: “Il bagaglio di esperienze e professionalità che la manifestazione ha avuto il pregio di portare con sè non può e non deve essere disperso”

In occasione dell’ultima tornata, in una giornata ricca di appuntamenti, da segnalare la presenza dello chef Alessandro Borghese. In chiusura di serata Enrico De Angelis incontra il cantautore Brunori Sas.