La giornata conclusiva del festival comincia alle ore 9 a Palazzo Gagliardi: in Sala Ammirà incontro su “Ritmi Cubani per percussioni e batteria: una prospettiva Calabrese”. Seminario di Aldo Mazza, percussionista e scrittore canadese, conversano con l’autore il Direttore Gilberto Floriani e Vito Teti. La Sala Berto ospitaEugenio Sorrentino che presenta La comunità di Zungri e il suo cammino nella Storia (Libritalia.net), conversa con l’autore Maurizio Bonanno. Nella Sala Capialbi Federico Schiavi presenta “La dodicesima battaglia”, un documentario di Federico Schiavi scritto con Andrea Leoni, conversano con l’autore Silvana Costa e Anna Melecrinis. Al Caffè letterario Bruno Palermo presenta Al posto sbagliato Storie di bambini vittime di mafia (Rubbettino), conversa con l’autore Rosanna Orecchio. Alla Casa Circondariale Nicola Pasquino presenta Sei ovunque (Carratelli). Ore 10: la Sala Ammirà ospita Vito Teti che presenta A filo doppio. Un’antologia di scritture calabro-canadesi (Donzelli), a cura di Francesco Loriggio e Vito Teti e “Stones Into Bread” edizione inglese di Pietre di pane (Guernica, Toronto) conversa con l‘autore Margherita Ganeri, letture di Dario Costa. La Sala Berto è animata da Giovanna De Sensi Sestito e Stefania Mancuso che presentano Enotri e Brettii in Magna Grecia II (Rubbettino), conversa con le curatrici Maria d’Andrea. Al Caffè letterario Silvio Greco presenta Un’onda di plastica (Manifestolibri) di Silvestro Greco e Raffaella Bulla, conversa con l’autore Luciana Castellina.

Ore 11: in Sala Ammirà Cultura, beni culturali, tutela e valorizzazione nell’agenda del nuovo governo, conversano Margherita Corrado, Michele Mirabello, Iole Santelli, Vito Teti, modera il Direttore Gilberto Floriani. La Sala Berto ospita Enrica Tesio che presenta Dodici ricordi e un segreto (Bompiani), conversa con l’autrice Rosanna Gambardella. La Sala Capialbi è animata da Sasà Calabrese che presenta Conserve (Picanto Records), conversa con l’autore Stella Cosentino. Nell’Aula Magna del Liceo Statale “Vito Capialbi” Nicola Pasquino presenta Sei ovunque (Carratelli).

Ore 12: in Sala Ammirà Carlo Fontana ricorda Paolo Grassi, conversa con Giovanni Puddu. La Sala Berto ospita Andrea Imbrauglio che presenta Lievito Madre Il fermento del pane (Carratelli), conversa con l’autore Manuel Grillo. In Sala Capialbi Translation Slam: la grande sfida dei traduttori, a cura di Stefania D’amato e Alfonso Geraci. Al Caffè letterario la canzone del ’68: sogni e bisogni musicali di un anno lungo mezzo secolo, conversano Carlo Bordone, Alessandro Besselva Averame, Paolo Bassotti, Enrico Bettinello e Barbara Tomasino.  

Ore 15: all’Auditorium Spirito Santo Il magico mondo delle Tea Sisters, Tea Sisters Sisterhood Tour. Più che amiche, sorelle! In Sala Ammirà “Per Carlo e Marina”Lorenzo Capellini, Carlo Fontana, Jas Gawronski e Andrea Ripa di Meana ricordano Carlo e Marina Ripa di Meana due testimoni d’eccezione del ‘900. La Sala Berto ospita Silvio Perrella che presenta Da qui a lì. Ponti, scorci, preludi (Italo svevo) di Raffaele La Capria e Silvio Perrella e Di terra e di mare (Laterza) di Silvio Perrella, conversano con l’autore Pierpaolo Vettori e Caterina Villì. In Sala Capialbi “A scuola con il Kamishibai”, laboratorio di didattica del narrare a cura diAssunta Morrone. Al Caffè letterario Alfredo Altomonte e Paola Versari presentano Alla ricerca del tempo perduto. L’analisi esistenziale e le sue applicazioni a vent’anni dalla morte di Victor Frankl (Aracne) a cura di Furio Pesci, conversa con gli autori Anna Crupi.

Ore 16: in Sala Ammirà Tommaso Labate presenta I rassegnati L’irresistibile inerzia dei quarantenni (Rizzoli), conversa con l’autore Giorgio Trichilo. La Sala Berto ospita Giulia Cavaliere che presenta Romantic Italia (Minimum Fax), conversa con l’autrice Enrico Bettinello. In Sala Capialbi Tatiana Rojc presenta La figlia che vorrei avere (La Nave di Teseo), conversa con l’autrice Anna Melecrinis. Al Caffè letterario Domenico Santoro presenta Sicurezza urbana, Paesaggio e mafia (Urbaterr), conversa con l’autore Fabio Foti.

Ore 17: in Sala Ammirà “Separazioni: ricominciare a vivere dopo la fine di una relazione”, Alessandra Cagnazzo, Costanza Jesurum e Enrica Tesio conversano con Francesco Mancuso. In Sala Berto Francesco Barreca presenta La scienza che fu. Idee e strumenti di teorie abbandonate (Editrice Bibliografica), conversa con l’autore Carlo Bordone. La sala Capialbi ospita Tito Schipa Jr. che presenta Orfeo 9 – Then An Alley. Nella storia di due spettacoli musicali, una via alla rifondazione italiana dell’opera popolare (Argo), conversa con l’autore Paolo Bassotti. Al Caffè letterario Bartolomeo Sciannimanica presenta L’Italia che frana(Graus), conversa con l’autore Nico Donato.

Ore 18: la Sala Ammirà ospita Luciana Castellina che presenta Amori comunisti (Nottetempo), conversa con l’autrice Nancy Valente. In Sala Berto Peppe Millanta presenta Vinpeel degli orizzonti (Neo), conversa con l’autore Gabriele Floriani. La Sala Capialbi è animata da Giorgio Galli e Mario Cagliuri che presentano Come si comanda il mondo Teorie, volti, intrecci (Rubbettino), conversa con gli autori Andrea Lanza. Al Caffè letterario Jas Gawronski presenta A cena dal papa e altre storie (Aragno), conversa con l’autore Michele Furci.

Ore 19: in Sala Ammirà “Sconfiggere la ‘ndrangheta si può”: a tu per tu con il Procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, conversa con Paola Bottero,. La Sala Berto ospita Miranda Martino che presenta Caduta in un gorgo di torbide passioni (Iacobelli), conversa con l’autore Eleonora Cannatelli. In Sala Capialbi Ettore Castagna presenta Tredici gol dalla bandierina (Rubbettino).

Ore 21: in Sala Ammirà Parole d’amore: recital a due voci più fisarmonica con Cesare Bocci e Daniela Scarlatti con Luca Colantino alla fisarmonica.

Ore 22.30: Festa di chiusura, degustazione di gelati di Pizzo offerti dalla Gelateria Enrico. D.J. set