Markaris

 

La storia non si trova solo nei libri di storia. La si può leggere e capire anche tra le pagine di un romanzo che scava le pieghe dei sentimenti, anche quando questi varcano il confine dell’oscuro. La storia si tinge di noir grazie alla penna di Petros Markaris, lo scrittore greco che ha raccontato la crisi economica del suo Paese attraverso la saga del commissario Kostas Charitos.

Patros Markaris, ospite internazionale del Tropea Festival Leggere&Scrivere, presenterà domani 24 ottobre, (ore 11, palazzo Gagliardi Vibo Valentia) la Resa dei conti (Bompiani 2013) ultimo romanzo che vede protagonista il commissario Kostar Charitos, dopo Prestiti scaduti (Bompiani 2011) e L’esattore (Bompiani 2012).

Le indagini del fratello di Montalbano, come lo scrittore descrive il suo detective, sono condotte nel ventre di una società devastata dalla crisi economica: una società in cui i sentimenti e i rapporti tra le persone acquistano sfumature nuove e inquietanti che solo il thriller sa inquadrare nella giusta cornice.

Da non perdere.