Ha cantato con Luciano Pavarotti, ha calcato i più importanti palcoscenici internazionali, è stato accompagnato dai direttori d’orchestra del calibro di Riccardo Muti, Zubin Mehta, Gianandrea Gavazzeni. È il baritono preferito di Claudio Abbado, è stato allievo di Elio Battaglia: stiamo parlando di Lucio Gallo. Star di livello internazionale, si esibisce la prima volta in Calabria, in esclusiva a Vibo Valentia, per il Festival Leggere&Scrivere.

Lucio Gallo è il protagonista del primo concerto della rassegna Greta à jamais, la speciale sezione musicale del festival, dedicata all’indimenticabile violinista Greta Medini e giunta quest’anno alla terza edizione. «Il fatto che uno dei maggiori baritoni al mondo abbia risposto ‘sì’ al nostro invito ci riempie di orgoglio» commenta Giovanni Puddu, direttore artistico della rassegna. «La sua prima esibizione in Calabria, qui a Vibo, – continua Puddu – nasce dalla sua personale volontà di essere testimonial e onorare un’artista come Greta: si tratta di un atto di amicizia e di stima di cui siamo altamente grati». La stessa gratitudine va nei confronti di Antonia Comito che accompagnerà al pianoforte il baritono tarantino. «Antonia è un orgoglio vibonese, un’eccellente pianista: non ha ancora trent’anni ed è già molto conosciuta, quindi non può far altro che crescere e farci vivere grandi momenti di musica» osserva Puddu.

 

Greta Medini era una straordinaria violinista: è, quindi, consuetudine della rassegna onorare la sua memoria con un concerto di violinisti di alto valore. Il direttore artistico afferma: «Dopo Domenico Nordio e Pavel Berman, quest’anno siamo lieti di avere con noi Sonig Tchakerián». Anche la violinista italiana di origine armena – docente all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma – ha scelto Greta à jamais come occasione per esibirsi in Calabria per la prima volta.

 

 

Chiude il tris di concerti della manifestazione, Jacopo Aversano, talentuoso chitarrista classico di soli 18 anni, originario di Vibo Marina, pluripremiato in concorsi internazionali.. «Non dimentichiamo – conclude Giovanni Puddu a questo proposito – che Greta Medini ad appena 14 anni si esibiva davanti al Presidente della Repubblica: dare spazio ai giovani è, quindi, una ragione in più per onorare la sua memoria attraverso questa rassegna».

 

Le date dei concerti:

Martedi15 ottobre: Lucio Gallo, Antonia Comito

Mercoledì 16 ottobre: Sonig Tchakerián

Giovedì 17 ottobre: Jacopo Aversano

Orari e luoghi dei concerti saranno inseriti nel programma generale del Festival, presto consultabile online su questo sito.