Eugenio Finardi_2

 

Terza giornata per il Tropea Festival Leggere & Scrivere. Oggi la manifestazione rende omaggio a Eugenio Finardi.

Il cantautore milanese salirà stasera sul palco di palazzo Gagliardi di Vibo Valentia (ore 21), ospite dell’Acoustic Cafe a cura del giornalista musicale Ezio Guaitamacchi.

Pensi a Eugenio Finardi e ti vengono in mente degli anni Settanta, il periodo della radio libere (‘amo la radio, la radio libera veramente’) , la voglia di sperimentare, di scavare dentro il rock e le sue potenzialità ancora tutte da esprimere. E, nello stesso, tempo di trovare nuovi equilibri tra rock, canzone d’autore e sperimentazione.

Di tutto questo la musica di Finardi è una delle espressioni più rappresentative. Nel 1975 esce il suo primo album, “Non gettare alcun oggetto dai finestrini”. Con l’uscita del disco iniziano anche le tournée: la prima a supporto di Fabrizio De Andrè, la seconda, assieme a Lucio Fabbri, come supporto alla PFM. Nel 1976 esce “Sugo”. Nel 1977 “Diesel”.  Nel 1978 realizza l’album “Bliz” e nel 1979 segue “Roccando Rollando”. Nel 1983 esce l’album “Dal Blu”. Nel 1987 “Dolce Italia”, del 1989 Il vento di Elora”. Nel 1990 esce La forza dell’amore”, nel 1991 “Millennio”, il tour di ACUSTICA, diventa un album nel ’93. Nel ’96 OCCHI. Nel 2005 esce “Anima Blues”, in cui Finardi mette a nudo la sua passione per la musica nera. Il 2008 vede il cantautore impegnato su due fronti: lo spettacolo di teatro canzone “Sogno” e il disco dedicato a Vladimir Vysotsky dal titolo “Il cantante al microfono”, che diventa anche un DVD nel 2011. Nello stesso anno esce “Sessanta”. Nel 2014 esce “Fibrillante”.

Oggi, a un anno esatto dalla pubblicazione del disco “FIBRILLANTE”, seguita da più di 50 date live in tutta Italia,il cantautore milanese sarà per la prima volta in concerto a Londra al Dingwalls (Middle Yard, Camden Lock), la storica location riservata alla musica live situata nel cuore di Camden.

Una carriera all’insegna dell’eleganza, della coerenza e dell’amore per la musica. Una bella storia da raccontare, nota dopo nota, ricordo dopo ricordo al Tropea Festival Leggere & Scrivere. Benvenuti.