Nel pomeriggio della seconda giornata di Leggere&Scrivere 2018 si sono tenuti vari appuntamenti con un attivo coinvolgimento del pubblico. Il direttore del Post, Adriano Sofri, ha presentato il suo ultimo libro Una variazione di Kafka (Sellerio) ma si è anche soffermato sull’arresto del sindaco di Riace, Mimmo Lucano. “L’arresto di Lucano avviene al mio arrivo in Calabria, una coincidenza che benedico anche se la considero una infamia assoluta”, ha detto. 

Sofri, discutendo con Nicola Mirenzi di La7, è entrato nel merito del libro che è incentrato sull’analisi di un passo del racconto di Kafka, Metamorfosi, scritto nel 1912, che contiene un errore di traduzione, errore ripetuto per decenni e da un gran numero di traduttori. “La parola è Strassenlampen (lampioni), sta all’inizio della seconda parte della Metamorfosi. Tutto è cominciato quando mi sono accorto che nella più classica traduzione italiana invece dei lampioni c’era un tram. Come si fa a prendere un tram per dei lampioni? Ho guardato in giro: in una quantità di traduzioni nelle più diverse lingue sbucava il fantomatico tram. Che in tedesco si chiama Strassenbahn”, ha spiegato Sofri.

“La cosa diventa ancora più interessante se si tiene conto del fatto che una delle tante traduzioni che riporta questo ‘errore’ è di Borges, un mostro della letteratura. Da un certo punto in poi, cominciato a negare di essere lui il traduttore, così come di Margarita Nelken, a cui anche si attribuisce la stessa traduzione, di rado ne ha fatto menzione e quasi mai in modo esplicito”, ha continuato. “Ho fatto diverse ricerche in giro per l’Europa e ho deciso di sostenere con convinzione la tesi che Kafka avesse invece rivisto le bozze e fosse lui l’autore della variante, non quindi un grossolano errore di stampa”.

Da questo nodo quindi è partita la lunga e affascinante indagine conoscitiva sulle peripezie di una parola, con spostamenti improvvisi e con ragionamenti che si inseguono nel corpo del testo e nelle lunghe note. E Sofri, con la sua oratoria e la tesi su Kafka, ha conquistato decisamente la platea accorsa a Vibo Valentia per ascoltare l’intellettuale.

Il programma del festival su www.festivaleggerescrivere.it. Stasera grande attesa per i due concerti di Leggere&Scxrivere 2018. Alle 21 in Sala Ammirà spettacolo musicale con Mauro Ermanno Giovanardi, Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, Edda, e Alessandro Grazian che si incontrano eccezionalmente sullo stesso palco per raccontare con parole e note quattro strade originali, inconfondibili e importanti della canzone d’autore italiana. Sempre alle 21, nella chiesa di San Michele, concerto del duo Giuseppe Buscemi (chitarra) Gianni Bicchierini (pianoforte) all’interno della nuova edizione della Rassegna di musica classica Greta à jamais.